Cerca nel sito

 

 

 

 

Trieste - Teatro Romano

A circa metà del Corso Italia, presso Largo Risorgo, nella via omonima, si trovano i resti del Teatro Romano, costruito tra il I e II sec. d. C. Aveva una capienza di 6.000 posti.
Fino alla fine del XVII secolo il teatro era ancora chiaramente visibile, ma da quell’epoca venne via via cancellato dal tumultuoso sviluppo urbano.

Nel 1814 l’arch. Pietro Nobile fece dei rilievi localizzando i resti del teatro che furono riportati in luce solo nel 1938.

Visibili ancora oggi alcune parti: la cavea semicircolare; le gradinate di mattoni rivestite di pietra divise orizzontalmente da due corridoi e verticalmente da cinque scale e origianariamente divise in due categorie di posti; la scena rettangolare con pilastri e 5 porte.

Il proscenio era ornato da statue, 10 delle quali sono nel Lapidario dei Civici Musei del Castello di San Giusto. Sopra la cavea, venivano poste delle vele, per creare dell’ombra sugli spettatori e di cui oggi rimangono i fori di innesto dei pali, sul muro di cinta. Presso l’orchestra prendevano posto le persone più influenti della antica Tergeste, mentre il resto del pubblico accedeva alle gradinate tramite i “vomitoria”, ampi corridoi di comunicazione

Il Teatro romano, in origine, era posto fuori dalle mura, in riva al mare, che in epoca romana giungeva sino all’attuale Via del Teatro Romano. Dietro il teatro è stato scoperto una quarantina d’anni fa un cimitero ad inumazione romano che sembra sia stato usato per vario tempo.

Nei pressi ci sono ruderi delle mura medioevali della città (che erano forse sul tracciato di quelle romane).

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project