Cerca nel sito

 

 

 

 

Storia di Aiello del Friuli

L'origine del nome di Aiello del Friuli si può far risalire o ad “agellus”, piccolo podere, o a "sacellum", piccolo luogo sacro. Reperti preistorici indicano come la presenza umana nella zona sia molto antica, anche se è con i ritrovamenti di epoca romana che abbiamo chiaro lo sviluppo che ebbe Aiello all’interno dell’agro aquileiese, come centro fiorente di agricoltura, soprattutto per la coltura della vite, che dava il famoso vino "pucinum", decantato da Plinio.  

La via dei commerci che da Aquileia portava a Cividale del Friuli e a Piedicolle, solcava Aiello, ed è per questo motivo che molti resti romani vengono frequentemente ritrovati nella zona.

Con l'arrivo dei longobardi furono istituite le gastaldie, rette dal gastaldo, un amministratore del re. Aiello del Friuli fu una delle prime gastaldie in Friuli. Il documento più antico che nomini Aiello del Friuli è datato 12 dicembre 1202.

A quell'epoca il paese dipendeva dal conte di Gorizia, il quale vi teneva "il Placito" (amministrazione pubblica della giustizia) due volte l'anno. Altro documento importante è la "Recoquitio feudorum Pasculis de Aquileia" del 1275, in cui viene esplicitamente citato.

La circoscrizione gastaldionale di Aiello del Friuli comprendeva le ville di: Joannis, piccolo centro posto a NE di Cervignano del Friuli, nominato sin dal 1202; Crauglio; Tapogliano; San Vito al Torre. Nello stemma di Aiello, infatti, c'è un'aquila su quattro quartieri.

Verso la fine del secolo XVIII, in seguito ad alcune riforme amministrative asburgiche del 1729, Aiello del Friuli diventerà semplice pretura e nel 1840 tutta la zona finì con l'essere affidata al distretto commissariale di Cervignano.

Aiello---Cartolina-del-primo-dopoguerra.gif
Aiello in una cartolina del primo dopoguerra

Rimasto all’Austria dopo le guerre d’Indipendenza, Aiello del Friuli cominciò a svolgere una funzione di posto di confine. Nel 1918, con la pace di Versailles, il territorio del comune di Aiello del Friuli venne riunito nuovamente all’Italia.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project