Cerca nel sito

 

Widgets Magazine Widgets Magazine
Home > Comuni > Comuni > Raveo (UD) > Arte e Cultura > Monumenti, Chiese e Palazzi > Raveo - Santuario della Beata Vergine del Monte Castellano o Madonna di Raveo

Raveo - Santuario della Beata Vergine del Monte Castellano o Madonna di Raveo

Partendo da centro di Raveo, comune in provincia di Udine, procedendo per Via Norsinia, superata la Chiesa parrocchiale di Raveo, si stacca sualla sinistra una stradina lastricata che, dirigendosi a NO del paese, conduce (ore 0.30) al Santuario della Beata Vesrgine del Monte Castellano o Madonna di Raveo (m 511).

Sorse dal 1619 sul luogo in cui c’era un’antica chiesetta intitolata alla Maternità di Maria, in seguito ad un’apparizione mariana. Nei pressi passa quello che era un antico sentiero di fienagione presso le località Vailde, Luvieis e Pani. Gli abitanti non mancavano di sostare brevemente in preghiera quando transitavano.

All’interno del Santaurio della Madonna di Raveo, si conserva un eccezionale patrimonio ligneo restaurato recentemente dalla Soprintendenza alle Belle Arti. Due altari, un paliotto, due grandi cornici intagliate contenenti pale dipinte due coppie di angeli reggi lampada ed una seria di angioletti.

Girolamo Comuzzo (1623) è l’autore dell’altare maggiore che contiene tre tele con al centro la Madonna con Bambino del 1706 e ai lati le figure dei Ss. Giuseppe e Lucia opere di Bernardino da Udine (1623). I quadri con l’Annunciazione e la Natività sono di Girolamo Comuzzo (1646). L’altare di San Francesco è opera del figlio Francesco Comuzzo (1658) con bella serratura lignea e mediocre dipinto centrale. il paliotto è di alcuni decenni dopo, e raffigura la Madonna del Carmine.

Nei pressi del santuario della Madonna di Raveo, sorge quello che fu un convento francescano, fondato nel 1686 e noto come Romitorio Francescano. Qui si possono ancora vedere, in una stanzetta a cui si accede attraverso la soffitta, tracce di eremitaggio rappresentate da alcune scritte incise nell’argilla dai devoti frati, che ci rivelano una gustosa e poetica ingenuità. Il complesso francescano prosperò sino alla soppressione francese del 1810. Oggi è una proprietà privata aperta in determinate occasioni.

Da qui si gode un bellissimo il panorama sulla Val Tagliamento.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia di AFIP P.I. 02319940306 - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project