Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Osoppo (UD) > Arte e Cultura > Monumenti, Chiese e Palazzi > Chiesa di Santa Maria ad Nives

 

Osoppo - Chiesa di Santa Maria ad Nives

La Chiesa Arcipretale di Santa Maria ad Nives si trova ad Osoppo, comune in provincia di Udine.

L’antica rocca fortificata, che fino dai tempi dei Celti e dei Romani era baluardo militare, come dimostrano i reperti ritrovati. Continuò la sua funzione, tanto che rappresenta uno dei luoghi ricordati come rifugi da Paolo Diacono nel VI secolo.

Tuttavia il fortilizion non rappresentava solo un elemento di difesa, ma anche luogo di culto, come dimostra la lapide sepolcrale di S. Colomba vissuta all'epoca di Attila. Anticamente il titolo di questa pieve era di San Pietro in Monte, con sede vicino al forte.

In un documento del 1190 viene nominato un certo "Dominicus de Usopio archipresbiter et plebanus" e fu soggetta alla giurisdizione dell'Abbazia di Moggio fino alla soppressione della stessa nel 1777. Anticamente il territorio plebanale si estendeva verso sud.

L’attuale chiesa di Santa Maria ad Nives risale al 1275 e fu consacrata nel 1745. Dopo il terremoto del 1976, che l’ha distrutta, è stata ricostruita nelle forme precedenti.

È ricca di opere d'arte. Conserva una grande pala di Pellegrino da S. Daniele del 1494-95 che raffigura la Madonna col Bambino in trono e Santi, una tra le più importanti tele di scuola friulana. Altra opera interessante è una tela, purtroppo assai malandata, di Pomponio Amalteo del 1569, raffigurante la Madonna col Bambino e i Ss. Pietro e Rocco. Una pala di Biagio Cestari con Anime del Purgatorio 1758

Altra interessante tela, quella di Francesco Fontebasso, raffigurante la Madonna con Bambino e i Ss. Giovanni Battista, Osvaldo e Bartolomeo, del 1765; di Domenico Fabris pittore del luogo la Via Crucis e un Sant'Antonio. Di questo autore era anche l’affresco con l'Apoteosi di S. Colomba, patrona di Osoppo, posta nel soffitto della chiesa, andato distrutto nel terremoto.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project