Cerca nel sito

 

Moraro (GO)

Storia di Moraro

Piccolo comune dell’Isontino,  il nome di Moraro deriva dal toponimo latino morarus: gelso, per i numerosi gelsi che esistevano nella zona, o anche con il friulano morâr, albero generico.

Nel 1507 Moraro fu nominato per la prima volta in un documento, anche se il luogo era abitato precedentemente. Fu dominio dei conti di Gorizia, e nel 1497 l’ultimo conte Leonardo permutò con altri beni i suoi possedimenti friulani con Massimiliano I d’Asburgo. Moraro passò quindi sotto l’Austria.

Durante la guerra di Gradisca del 1615 Moraro fu molto danneggiato. Rimase domino austriaco sino alla conclusione della I Guerra Mondiale. In seguito ai trattati di pace, il 5 gennaio 1921 viene annesso all’Italia. Con la riforma dei comuni, dal 12 gennaio 1927 fu assegnato al territorio di Capriva del Friuli.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale e la risoluzione delle questioni legate alla Venezia Giulia, il 19 agosto 1955 Moraro venne ricostituito in comune autonomo.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project