Cerca nel sito

 

 

 

 

Codroipo - Villa Kechler

Villa Kechler si trova a San Martino, località del comune di Codroipo. Splendido edificio dall'incerta data di costruzione, venne probabilmente edificata sul finire del XVI secolo dalla potente famiglia dei Manin. Venne in seguito venduta, verso la metà del secolo successivo, per realizzare il ben più ambizioso progetto della villa di Passariano. Il borgo di San Martino sorse lentamente intorno alla villa.

Nell’Ottocento, viene acquistata dalla famiglia Kechler, decidendo in seguito di avviare una filanda nella barchessa occidentale. Avrà un felice sviluppo grazie alla qualità delle sue sete, che anche il Nievo citerà come “la più bella del mondo”. Tuttavia i Kechler non dovevano essere paghi di questi risultati, se invitarono anche Louis Pasteur (1822-1895) a soggiornare presso la Villa, al fine di migliorare la qualità della razza dei bachi.

A godere di queste zone amene venne anche il premio nobel Ernest Hemingway, ospite del conte Carlo Kechler, che qui soggiornò più volte tra gli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso, intessendo anche una relazione sentimentale con la giovane baronessina Adriana Ivancich e distraendosi prendendo parte a battute di caccia nelle terre a ridosso della laguna, tra Lignano Pineta e la foce del Tagliamento (che Hemingway definì “Florida d’Italia”), sino alla zona di Caorle.

Villa Kechler consta di una parte centrale, con una grande casa padronale, di tipo veneto, con salone centrale, quattro stanze laterali, scalone a due rampe e nel centro della facciata tre finestre centrali. Ai lati, due costruzioni più basse.

Due lunghe barchesse di colore rosso completamente indipendenti, delimitano l’ampio giardino decorato con statue in stile neoclassico, mentre dietro la casa, verso nord, si estende il vasto parco.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project