Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Corno di Rosazzo (UD) > Storia > La prima guerra mondiale

 

Corno di Rosazzo - La prima guerra mondiale

Nella frazione di Visinale del Judrio di Corno di Rosazzo, comune in provincia di Udine, si ricorda quello che viene considerato il primo colpo di fucile sparato dagli italiani all’inizio della Prima Guerra Mondiale. Anche se non si può essere certi di questo primato, perché nell’arco del confine ci furono altre scaramucce, certamente è il primo in Friuli Venezia Giulia..

Lo Judrio era il confine tra Italia e Austria e il vecchio ponte in legno sulla strada che da Visinale conduce a Brazzano di Cormons rappresentava il punto di dogana.

Corno_di_Rosazzo_-_Frontiera_Italo-Austriaca_a_Visinale_del_Judrio_-_25_marzo_1907.jpg

Dopo le 22 e 30 del 23 maggio 1915, quando c’era già lo stato di guerra che prevedeva l’inizio delle ostilità alla mezzanotte del 24 maggio, due guardie di finanza notarono dei movimenti presso il ponte, rappresentati da alcuni austriaci che si erano avvicinati per minarlo. Il finanziere Pietro dell’Acqua, del II battaglione, che con il collega Costantino Carta aveva intuito il tentavo nemico, esplose dei colpi nella direzione delle sagome, spari che rappresentarono i primi di un lungo e sanguinoso conflitto.

Il prelato di Brazzano scrisse nel suo diario che almeno un colpo era andato a segno. I due finanzieri, per avere sventato l’azione nemica e aver così consentito il giorno 24 al reggimento di fanteria di linea della Brigata Re di varcare il confine su quel ponte, vennero decorati.

Il mattino seguente si ebbe il primo ferito della zona, colpito da una fucilata sparata dalla torre di San Giorgio di Brazzano dove alcune ore dopo già sventolava la bandiera italiana issata lassù da alcuni giovani Visinalesi.

Merita ricordare che una fanciulla della frazione la mattina del 24 guidò le prime truppe italiane al guado di Giassico e le accompagnò per un tratto nel territorio nemico, mettendo in guardia i soldati contro eventuali imboscate.

All’incrocio tra via I Maggio e via Pio Paschini, a Visinale, una stele in pietra carsica con bassorilievo in bronzo ricorda il fatto. Venne posta nel 1937 e fu realizzata dallo scultore triestino Giovanni Mayer. In alto una scritta del classicista Ferruccio Calonghi che recita “da qui parte il primo colpo di fucile, che caccia il nemico oltre confine reclamando a gran voce il nostro diritto, fa risuonare I destini italiani”.

La frase sotto che celebra il fatto è opera del Prof. Gualtiero Gneghi e dice: “Il primo colpo di fucile / della grande guerra / fu esploso da questo, luogo / la notte del 23 maggio 1915. / Il nemico mosso alla ruina del ponte / scorsero colpirono fugarono / due guardie di finanza / vedette insonni del confine / le più avanzate le più sole / sempre / perchè questo è il commando / il giuramento / il premio”.     

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project