Cerca nel sito

 

 

 

 

Trieste - Faro della Vittoria

Il Faro della Vittoria di Trieste fu progettato da Arduino Berlam e dedicato ai Caduti sul mare. Fu inaugurato il 24 maggio 1927 ed è il terzo nel mondo per grandezza dopo quelli di New York e S. Domingo. Dal belvedere davanti al Faro si gode di un interessante panorama.

Il progettista assieme a Giovanni Mayer, a cui si devono le sculture, aveva pensato di farlo sorgere sulla punta di Salvore, ma poi fu scelta questa località, dove già la marina dell’impero austro-ungarico, dopo Caporetto aveva progettato la costruzione di un grande faro. Nel posto del faro attuale esisteva un bastione del forte Korkich che è stato demolito.

Il faro sorge alla latitudine N di 45°40’29’’ e alla longitudine E di 13°45’13’’, ha la base di pietra scura, la parte superiore di pietra bianca di Osedra d’Istria, misura 68 metri d’altezza, con l’apparecchio illuminante e la cupola sormontata dalla Vittoria alata in bronzo di Giovanni Mayer. Al basamento la colossale figura del Marinaio in pietra scolpita dallo stesso; sotto l’ancora della R. N. «Audace» e la scritta «Splendi e ricorda i Caduti in mare».

Nell’atrio due proiettili di 305 mm. della corazzata austriaca «Viribus Unitis». Di sera il Faro della Vittoria è illuminato a luce radente. La sua luce della potenza di 1.250.000 candele con la sequenza: lampo 0,2" - pausa 1,8" - lampo 02," - pausa 7,8"  per un totale di 10 secondi. La luce è a m. 115,30 sul livello del mare, della portata geografica di M. 26,5 e della portata luminosa di M. 36, in condizioni di media trasparenza atmosferica.

 

Indirizzo:Strada del Friuli, 141 - 34136 Trieste
Tel. +39 040 410461
Orario di apertura:

Dal 1 aprile al 30 settembre: Tutti i giorni eccetto mercoledì 9.00 - 11.00 / 16.00 - 18.00. Dal 1 ottobre al 31 marzo: Solamente la Domenica ed i giorni festivi 10.00 15.00

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project