Cerca nel sito

 

 

 

 

Zoppola – Il Castello

Il Castello di Zoppola, comune in provincia di Pordenone, è ancora ben conservato, ricco di suggestione medioevale.

Venne edificato presumibilmente verso l’XI secolo a custodia della strada che dal guado sul Tagliamento conduceva a Pordenone, infeudata ai duchi d’Austria. Gli Zoppola vengono citati come signori del castello già nel 1103.

Nel 1360 risulta possedimento di Rodolfo IV d’Austria, che teneva anche Pordenone, e che l’aveva affidato a Nicolò di Bartolomeo e a Enrico di Marussio. Nel 1365 però il castello venne occupato dalle truppe del Patriarca. I signori di Zoppola si divisero in due rami che portarono in eredità il castello, all’estinguersi della linea maschile, ai signori di Valvasone e Prodolone-Mels.

Nel 1405 castello e pertinenze vennero acquistate dalla famiglia del patriarca di Aquileia Antonio Panciera (già vescovo di Concordia e poi cardinale), i cui membri modificarono la struttura e la decorarono, arricchendolo però anche con molti arredi e mobilio. Il castello di Zoppola fu seriamente lesionato dal terremoto del 1976, che distrusse anche la torre centrale, edificata nell’ottocento. In seguito venne restaurato nelle sue forme originali e pertanto la torre non fu ricostruita.

Sopravvissuto è il suggestivo studiolo del Cardinale, con soffitto ligneo dorato, con le decorazioni ad opera di Giovanni da Udine e con la parte in pietra realizzata dal Pilacorte.

La privata galleria d’arte dei conti Panciera, che abitano ancora oggi nel castello, contiene pezzi eccezionali come i quadri di Pietro Longhi con la Filatrice, la Lavandaia, la Polenta, i Bevitori. Sul cortile il castello ha una facciata che è affrescata con scene varie a carattere storico, agreste, con processioni grottesche. Sono pitture del Cinquecento già attribuite a Giovanni da Udine ma ora assegnate più credibilmente a Pomponio Amalteo.

Presso il castello esiste anche un borgo castellano sviluppatosi tra il XV e il XVII secolo. Attualmente è ancora abitato dalla famiglia Panciera e vi ha sede un’azienda agricola.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project