Cerca nel sito

 

 

 

 

Fiumicello Villa Vicentina - Chiesa di Santa Maria

La chiesa parrocchiale di Santa Maria si trova a Villa Vicentina, nel comune di Fiumicello Villa Vicentina in provincia di Udine. Nel luogo, in cui esisteva la chiesa precedente, fu costruita l'attuale chiesa tra il 1660 e il 1680.

Ha una facciata a capanna con un ricco portale barocco, bella opera di Giovanni Pacassi, e cinque nicchie con altrettante statue, con al centro la Beata Vergine del Rosario contornata dai santi Rocco, Antonio Abate, Matteo e Giovanni Battista.

Sono opere attribuite allo scultore Pietro Baratta o della sua bottega, oppure a quella di Leonardo Pacassi, sebbene una pubblicazione locale le attribuisca a C. Caratti. Sul tetto due statue raffiguranti Santa Caterina da Siena e San Domenico, opera dello scultore Leonardo Giuliano.

L’interno conserva opere della precedente chiesa, come un pregevole ex tabernacolo composto da due parti, posto a fianco dell’altare del Sacro Cuore. La prima parte da una cassetta di legno dalla cornice scolpita con simboli degli Evangelisti e foglie ornamentali databile intorno al Duecento. La seconda parte ha la forma di un arco moresco e contiene la figura in rilievo di un Angelo con le ali spiegate, di epoca successiva a quella della parte precedente (XIV-XV secolo).

Gli altari sono in marmo bianco e nero. Il primo laterale sinistro, del 1687, è opera di Pietro Baratta, dedicato alla Madonna del Rosario con statua relativa e le statue dei Ss. Domenico, Antonio e Giovanni Battista. Incorniciati in tondi sono dipinti i Misteri del Rosario. L’altare di destra, del 1691, con un Crocifisso in pietra e ai lati le statue dei Ss. Michele e Gabriele, è di incerta attribuzione tra Paolino Zuliani e i fratelli Giovanni e Leonardo Pacassi.

Gli altri due altari sono di Pasquale Lazzarini di Gradisca con pale dipinte da Giacomo Rizzi di Farra, una con i santi Antonio e Andrea, l’altra con santi Rocco, Sebastiano, Pietro e Apollonia.

Conferiscono alla chiesa una grande signorilità l’abside che contiene un ricco l’altare maggiore, con ai lati le statue dei santi Matteo e Giovanni, del 1726, e sopra l’antica statua della Madonna del Rosario. Bello anche il seicentesco coro ligneo e i due raffinati portali in marmo: uno in “Cornu evangelii” di Giovanni Pacassi e uno in “Cornu epistolae” di Leonardo Pacassi.

Gli affreschi ottocenteschi nella nicchia del Battistero, sono di Domenico Paghini e nel soffitto del coro e nella navata di Lorenzo Bianchini (1885), entrambi udinesi.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project