Cerca nel sito

 

 

 

 

Dignano - Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo

La chiesa dei Ss. Pietro e Paolo sorge a Dignano al Tagliamento, nei pressi del cimitero. Quando fu fondata l’Abbazia di Moggio nel 1119, il Patriarca Vodolrico fece dono ad essa delle pievi di Dignano, Cavazzo e Gorto.
 
Da questo si può evincere che la sua origine è molto più antica, probabilmente del IX secolo. Anticamente la pieve era intitolata a Santa Maria e la sua chiesa sorgeva presso il Tagliamento. Fu verso il 1000 che venne intitolata ai Ss. Pietro e Paolo. Nel 1004 venne restaurata e consacrata. Aveva giurisdizione sulle ville di Carpacco, Vidulis, Bonzicco, Flaibano, Nogaredo di Corno e Barazzetto.
 
Nel 1327 una disastrosa piena del fiume distrusse la chiesa ed il villaggio Venne costruita una nuova Dignano sulle rive più alte del fiume, dove già c’era un’altra chiesa, e la sede plebanale fu trasferita nell’attuale centro abitato, divenne titolare della chiesa di S. Sebastiano. La pieve fu soggetta all’Abbazia di Moggio fino alla soppressione della stessa nel 1777.
 
La chiesa attuale risale ai primi del Cinquecento. La facciata è a capanna con occhio centrale, abbellita da una serie di archetti gotici in mattone che corrono sotto la gronda e nelle pareti laterali. Subì dei rimaneggiamenti nel XVI secolo.
 
Ha un elegante campanile romanico. Nell’interno ad un unica navata con presbiterio dal soffitto a coste, si conserva ben poco delle tante opere eseguite nei secoli. Restano gli affreschi che coprono la volta del coro del 1504-07 di Giovanni Pietro di Spilimbergo che dipinse, negli spicchi delle vele, la figura di Cristo in mandorla, Evangelisti, e Dottori della Chiesa e nei sottarchi Santi e Sante a mezzo busto.
 
Scene della Passione di Cristo sono dipinte nella navata nord opera del sec. XVIII di Giuseppe Buzzi (1683-1769) a cui vanno attribuite anche le sculture di legno dei Ss. Pietro e Paolo ai lati dell’altare.

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project