Cerca nel sito

 

 

 

 

Cordovado - Il Castello

Il castello sorge nel capoluogo del comune di Cordovado, in provincia di Pordenone.

L’origine è anteriore al mille e probabilmente già in epoca preistorica c’erano qui degli insediamenti o un castelliere, poi consolidati in epoca romana.

Il complesso difensivo fu costruito nell’assetto attuale dai vescovi di Concordia, che poi assunsero il titolo di marchesi di Cordovado, nell’XI secolo, a difesa del guado (da “vado” deriva appunto il nome del paese), all’epoca delle scorrerie degli ungheri.

Il castello di Cordovado venne circondato da un ampio fossato e le abitazioni sorsero prima all’interno delle mura e poi, nel Cinquecento, nel borgo nuovo, all’esterno. Nel 1306 fu assediato e daneggiato anche se venne ripristinato nella sua piena efficienza nel 1329, da Artico di Castello. Nel 1418 il castello fu incendiato da Tristano Savorgnan.

Venne rimaneggiato pesantemente tra il XVII il XIX secolo per un uso residenziale, secondo l’esigenze dell’epoca. Il mastio venne abbattuto poco dopo il 1856, anno a cui risale l’ultima sua descrizione in nostro possesso.

Oggi è un borgo antico fortificato, di cui rimangono, ben conservate, le due torri, un portale e parte delle mura di cinta. Troviamo diversi edifici trecenteschi e abitazioni signorili rinascimentali, come Palazzo Freschi-Piccolomini, Palazzo Agricola, Palazzo Bozza Marrubini, Palazzo Beccaris-Nonis.

Presso la porta nord si trova la quattrocentesca chiesa di San Girolamo.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project