Cerca nel sito

 

 

 

 

Villa Santina - Chiesa della Madonna del Sasso

Nel comune di Villa Santina, in provincia di Udine, tra gli abitati di Caneva, Tolmezzo ed Invillino, un tempo immersa in un bosco ben più fitto, sorge un’interessante chiesetta votiva, denominata, Chiesetta della Madonna del Sasso.

La costruzione venne eretta nel Cinquecento su un enorme masso parzialmente visibile, posto sulle rive del Tagliamento.

È composta da due edifici disposti ad angolo retto, con le facciate a contatto. L’edificio maggiore, è il più antico, dalle date 1511 e 1522, riportate sulle volte ad arco. L’aula è rivolta verso dove passava la vecchia strada, erosa ormai dalle acque. Il soffitto è a costoloni e il presbiterio poligonale.

L'edificio minore dalle arcate gotiche è opera del muratore A. Ruopil (1545) ed è incorporata parzialmente nell’altra. Carlo da Carona ha scolpito i due altari di pietra. Il primo, detto altare del Tabernacolo è del 1522, con colonne laterali lavorate con bassorilievi raffiguranti grottesche romane, trofei di armi antiche, teschi che delimitano due nicchie con San Giuseppe (?) e San Giovanni Battista ed un tabernacolo con il Padre Eterno nella lunetta.

L'altro altare, detto del Cristo che porta la Croce, è della metà del '500 contente un trittico con, nella lunetta, la Pietà e sotto le figure di Cristo che porta la croce tra San Giovanni Battista e il profeta Geremia.

Nella Chiesa della Madonna del Sasso, un tempo era conservato un dipinto di Gianfrancesco da Tolmezzo (ora in fotografia) con Madonna con Bambino distrutto dai soldati cosacchi nella Seconda Guerra Mondiale. La tradizione prevede che il 2 luglio di ogni anno gli abitanti di Avaglio, Trava, Lauco, Villa Santina, Invillino, Caneva, Illegio e Tolmezzo, si rechino in processione per rendere omaggio alla Vergine. Oggi purtroppo la superstrada e un depuratore l’assediano…

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project