Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Udine > Storia > Il Settecento

 

Udine - Storia di Udine: il Settecento

Anche questo secolo fu assai tranquillo per la vita cittadina. Udine seguiva Venezia nel suo destino di lento declino. Fu in questo secolo tuttavia che ci furono degli avvenimenti che sconvolsero completamente l’assetto di tutta la regione.

Nel 1742, lo stampatore Giovan Battista Murero (Zuan Batiste Murêr) a Udine pubblica il "Il guardafogo di Udin", primo libro in friulano.

In seguito ai contrasti tra Venezia e l’Austria, il Patriarcato di Aquileia era sostanzialmente diviso in zone di influenza. Dal Cinquecento si assisteva anche ad un declino liturgico culminato nell’abolizione del rito patriarchino. Poi negli anni venti del Seicento, Ferdinando II d’Austria proibì ai sudditi di riconoscere il Patriarca.

Nel 1751 Papa Benedetto XIV risolse la secolare controversia. Il 6 luglio con la bolla “Injuncta nobis” viene soppresso l’antico Patriarcato di Aquileia e Daniele Delfino fu l’ultimo Patriarca. In seguito a ciò, nel 1752 viene costituita l’Arcidiocesi di Gorizia, comprendente anche le diocesi di Trieste, Pedena, Trento e Como. Il 19 gennaio 1753 fu invece creata l’Arcidiocesi di Udine, alla quale erano sottoposte le diocesi di Padova, Vicenza, Verona, Treviso, Ceneda (Vittorio Veneto), Belluno-Feltre, Concordia, Capodistria, Cittanova, Parenzo e Pola.

Nel 1756 fu abbattuto il teatro che si trovava dove oggi sorge l’Oratorio della Purità. Fu deciso dal Patriarca per motivi morali, non ritenendosi opportuno che un teatro fosse quasi attiguo al Duomo. Nel 1760 un gruppo di 17 nobili udinesi riuniti in cooperativa decise allora costruire un altro teatro.

Il 17 luglio del 1764, dopo aver ottenuto il permesso dalla Repubblica, si riunirono per stabilire il percorso finanziario. Si confermò la decisione di costruirlo all’incrocio delle odierne via Stringher e via Savorgnana, dove poi ci sarà il cinema Puccini. Si sarebbe chiamato teatro Sociale. Fu inaugurato nel 1770 dall’opera seria Eurione: una rappresentazione a soggetto mitologico. Famose furono le sue stagioni e le sue eleganti serate danzanti di cui parlava tutta la città. Fino a metà del secolo successivo sarà l’unico teatro di Udine.

Nel 1762 Antonio Zanon fondo la Società di Agricoltura, che fu la seconda accademia agraria d'Italia dopo quella dei Georgofili di Firenze. Da questa, e per opera divulgativa dello Zanon, l'agricoltura friulana trasse grandi benefici.

Verso la metà del ‘700 Udine contava sulle 15.000 anime e dalla pianta di Udine disegnata con grande precisione nel 1767 dall'ingegnere Tiberio Maieroni e dal perito Francesco Leonarduzzi risulta che Udine aveva 15 borghi, 9 porte guardate da torri, 51 chiese, 10 monasteri, 7 conventi, 5 ospizi, 11 edifici pubblici importanti e un teatro.

Il 13 marzo 1797 Udine ospitò il papa Pio VI diretto a Vienna dall'imperatore Giuseppe II, il Pontefice pernottò nel palazzo Antonini-Belgrado situato in piazza Patriarcato che in futuro avrebbe visto altri celebri personaggi della storia europea.

Tutto sembrava immutabile, ma da lì a poco questo mondo sarebbe scomparso, travolto dal turbine che sconvolgerà l’Europa: Napoleone Bonaparte.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

<<< PRECEDENTE                                                                                           SEGUENTE >>>

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project