Cerca nel sito

 

 

 

 

Grado - La Spiaggia

Grado_-_Cartolina.jpg

La stazione balneare di Grado, comune in provincia di Gorizia, si estende per 11 km. circa: dal faro dell’Isola, posto ad Ovest, fino a Grado Pineta, posta ad Est. Il settore più antico e quello delimitato dal Parco delle Rose: 40.000 m² di roseti, dove l’abbondanza nella quantità e qualità da il nome al parco.

La sua storia inizia nel 1873, quando il medico fiorentino Giuseppe Barellai, in seguito a studi sugli effetti terapeutici dell’ambiente presso il mare, eresse un Ospizio marino per bambini linfatici, promuovendo la elioterapia marina come rimedio. Ciò fece subito conoscere Grado come luogo di soggiorno e cura.

Molti albergatori dei paesi austriaci con la loro esperienza e i loro capitali valorizzarono la spiaggia costruendo alberghi e ville e nel 1890 uno stabilimento balneare. I turisti giungevano fino a Cervignano con il treno, proseguendo poi con le carrozze sino al Belvedere di Aquileia, dove si imbarcavano sul traghetto per Grado. Nel 1910 fu inaugurato il tratto della linea ferroviaria Cervignano - Belvedere che rimase attivo sino alla Seconda Guerra Mondiale e fu poi sostituito da autocorriere.

Fin dal 1905 la Dieta della provincia di Gorizia aveva istituito un “Curatorio”, che venne poi trasformato, nel 1907, in Azienda di Cura. Nel 1924, su impulso di Biagio Marin, che era direttore degli stabilimenti, venne realizzato il Parco delle Rose, alle spalle dell’arenile.

Grado-Spiaggia.jpg

Con la riforma del 1926 si ricostituì su diritto italiano l’Azienda di Cura e Soggiorno di Grado. Venne allungata la spiaggia e fu costruito lo stabilimento psammatoterapeutico. Venne inoltre soppresso il traghetto, sostituito dalla suggestiva strada-ponte lunga quasi 5 km. che congiunge Belvedere a Grado.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale ci furono ulteriori investimenti: la spiaggia fu allungata e raggiunse la lunghezza di 3 km; fu istituito un secondo impianto psammatoterapeutico; un reparto fisioterapeutico; un solarium; le terme coperte, la piscina; campi da tennis; la costruzione del Palazzo dei Congressi. Per la parte viaria fu ultimata con i ponti sull'Isonzo la Strada Provinciale Grado - Monfalcone.

Tutto ciò a fatto di Grado uno dei massimi centri balsamoterapici d'Europa. La grande affluenza di villeggianti ha favorito la costruzione della Città Giardino e di Grado Pineta e quindi di altri alberghi ed edifici residenziali, campeggi ed attrezzature d'avanguardia il tutto, è bene ricordarlo, equilibrato e in armonia con il verde dei parchi e giardini.

Anche recentemente, ci sono state delle ristrutturazioni urbanistiche, la valorizzazione di reperti storici di epoca romana, la pedonalizzazione di ampie aree del centro storico, la ristrutturazione del lungomare.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

Grado - Webcam sulla spiaggia

http://www.osmer.fvg.it/webcam/img/last/grado.jpg

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project