Cerca nel sito

 

 

 

 

Latisana - Il Duomo

Il Duomo di Latisana si trova nel capoluogo del comune, in provincia di Udine.

La chiesa fu costruita nel 1504 e rimaneggiata nel Settecento, per essere consacrata nel 1760 circa. Fu ristrutturata per i danni subiti durante le due guerre mondiali. Ha una facciata divisa da lesene terminanti nel timpano, con agli angoli due angeli di Giovanni Battista Groppelli (1732-37). Sotto, in due nicchie poste ai alti del portale, due statue una del Sacro Cuore di Gesù e l'altra del Sacro Cuore di Maria (1776-79).

L'interno è in stile rinascimentale a navata unica, con sei cappelle, in cui tutti gli altari sono di marmo. La volta è a botte con crociere in corrispondenza delle cappelle maggiori L'altare maggiore della chiesa, opera di Giovanni Battista Bettini (1776-79), ha un doppio tabernacolo con sopra due angioletti reggi ostensorio e un piccolo tempio con cupola. Ai lati due statue di Giuseppe Sabbadini (1788-1790) raffiguranti S. Pietro e S. Paolo.

L'altare di S. Giovanni Battista invece, realizzato con marmi policromi, è una bella opera di Giovanni Groppelli (1732-37) contenente una pregevole pala eseguita nel 1566-67 da Paolo Veronese raffigurante il Battesimo di Cristo. L'altare dedicato a S. Valentino ha una pala di Giovanni Battista Grassi (1568) con la Sacra Famiglia tra i Ss. Biagio e Valentino.

L'altare marmoreo detto del Crocifisso è opera di Giovanni Battista Bettini (1760 c.) e conserva un crocifisso ligneo di Andrea Fosco (1566). Tardo barocchi sono gli altri altari: già della Madonna di Loreto e San Francesco di Paola (terzo laterale destro.) di Giovanni Battista Bettini (1756-60); di San Giuseppe con la mensa opera di Michele Pariotti (1770) e alzato opera di Giovanni Battista Bettini e del figlio Pietro (1781); della Madonna opera di Giacomo Pischiutti (1805).

Nel coro del Duomo di Latisana sono presenti affreschi di Giancarlo Bevilacqua databili intorno al 1823 circa e una pala di Marco Moro (1595) rappresentante la Trasfigurazione, in cui si vede Cristo circondato da angeli e cherubini e da Mosè ed Elia.

Sono presenti inoltre: "Gloria e Transito di San Giuseppe" di Giuseppe e Luigi Filipponi (1892); "Virtù Cardinali" di artista anonimo; "Buon Pastore" e "Sinite parvulos venire ad Me" di Francesco Barazzutti (1904); la moderna Via Crucis di Lionello Galasso (1967). L’organo è un’opera di Pietro Nacchini ed è stato collocato nel 1758.

Il campanile che sorge a fianco del Duomo è alto 53 metri, con pianta quadrata. La sommità ospita la cella campanaria con trifore e archi in marmo, con alla sommità una cupola ottagonale sulla quale è posta una croce in ferro battuto alta 3 metri.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project