Cerca nel sito

 

 

 

 

Lignano Sabbiadoro - Chiesa della Purità di Santa Maria

In mezzo ai pini che fiancheggiano il bel Viale Centrale che porta da Sabbiadoro a Lignano Pineta è stata posta la Chiesetta votiva di S. Maria.

Questa costruzione del sec. XV sorgeva in origine nei pressi del Fiume Tagliamento. Per la posizione che occupava era continuamente sottoposta alla minaccia delle piene del fiume. Fu smontata, con un ottimo intervento della Soprintendenza, e qui trasportata, anche per dar lustro alla cittadina balneare.

Nel coro troviamo alcuni affreschi che risalgono al 1450 c. di un ignoto artista di buona scuola. Vengono rappresentati una serie di elementi teologico-simbolici sulla figura di Maria. Nella vela la figura della Madonna col Bambino è contrapposta ad Eva che sottolinea il concetto di Maria nuova Eva. Due alberi dividono le figure in due ambiti, in uno dei quali si nota il Crocifisso. Il teschio che Eva tiene in mano sta a significare la mortalità generata dal peccato originale, mentre la nuova Eva, Maria, porta il Bambino, salvezza del mondo.

Nelle altre vele troviamo vari temi: Cristo Pantocratore; Incoronazione della Vergine; Madonna col Bambino; Augusto e la Sibilla, che viene interpretato come un richiamo ai conti di Gorizia o a Zaccaria e Chiara Vendramin. Completano la decorazione figure di angeli e simboli degli Evangelisti.

Nella lunetta sul fondo si trova una alquanto rovinata Deposizione, mentre in quella della parete destra vediamo: Apparizione dell’angelo a Gedeone, Re David e figura femminile.

La conferma dell’abilità dell’artista viene dalle sinopie. Tra i rari esempi in Friuli, originariamente erano poste sul muro mentre ora sono su pannelli. Comunicano una certa vivacità e abilità nell’esecuzione non comuni.

In sacrestia troviamo un piccolo altare settecentesco ornato con statue in pietra dei Ss. Monica e Agostino del 1741, opera dello scultore Giovanni Batterista Groppelli.

Nella chiesa si trovano anche una piccola scultura lignea dipinta e dorata, Madonna col Bambino sec. XIV-XV (copia dell’originale posta in luogo sicuro) e altre due piccole sculture Madonna col Bambino e acquasantiera opera di Giovanni Antonio Pilacorte.

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project