Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Osoppo (UD) > Storia > La lega di Cambrai

 

Osoppo - La lega di Cambrai

Durante guerra della Lega di Cambrai, nel 1514, Girolamo Savorgnan parteggiò per Venezia contro l’impero Asburgico e resistette nel Forte a un lungo assedio. Contando su 80 cavalli e cento fanti, oltre agli intrepidi osovani, respinse più volte i furibondi assalti nemici.

Quando il comandante imperiale Cristoforo Frangipane apprese che si avvicinava l’esercito Veneziano, guidato da Bartolomeo d’Alviano, si ritirò vergognosamente dopo 46 giorni d’assedio, lasciando nelle mani degli assediati lo stendardo di battaglia dell’imperatore Massimiliano (stendardo successivamente donato dagli osovani all’imperatore Napoleone Bonaparte).

L’incomparabile valore di Osoppo permise a Venezia di ristabilire a proprio favore le sorti della guerra e questo avvenimento fu tramandato con una epigrafe posta nella Sala dello Scrutino di Palazzo Ducale a Venezia: “Osopi defensio totius patriae recipiendae causa fuit”.

Ai Savorgnan come premio per questa condotta di guerra, furono riservati onori, feudi e ricchezze. La rocca mantenne anche in seguito il suo grande valore strategico e dopo tre secoli Napoleone face avere al viceré Eugenio particolari istruzione per la sua efficienza. Furono appostate artiglierie in cima al colle e furono sistemate opere basse per le sortite.

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project