Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Aquileia (UD) > Storia > Il Patriarcato di Aquileia

 

Aquileia - Il Patriarcato di Aquileia

Nel 1077 Enrico IV conferì la solenne investitura della contea del Friuli al patriarca Sigeardo (Singifredo) di Peilstein (1068-† 1077) così i patriarchi, che abitavano prima a Cividale e poi a Udine, acquistarono il potere temporale su quasi tutto il Friuli, lasciando Aquileia sempre più in disparte anche se nella città c’erano strutture importanti come gli ordinamenti comunali, il porto fluviale, il Capitolo di Aquileia, le basiliche ecc. e si tenevano le solenni investiture. I patriarchi avendo il potere temporale vivevano come dei principi varie residenze.

Alcuni erano impegnati anche con problemi che non riguardavano il Friuli. Fra i vari viaggi, incontri con re ed imperatori, i concili, elezioni dei papi, guerre private, ed altro si assentavano dal Friuli anche per anni. Quando vi ritornavano preferivano la città di Cividale sede ducale e quindi adatta per il disbrigo degli affari di stato e poi Udine città che sotto di loro si sviluppò velocemente e dove avevano nel castello una degna sede di rappresentanza.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

<<< PRECEDENTE                                                                                            SEGUENTE >>>

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project