Cerca nel sito

 

 

 

 

Aquileia - I Franchi

Nel 787 moriva il Patriarca Sigwaldo e Carlo Magno nominò suo successore San Paolino II (776-†11 gennaio 802). Carlo Magno si servi parecchie volte di Paolino incaricandolo quale mediatore a varie faccende del regno.

Egli discusse parecchie controversie teologiche e il 4 agosto 792 ottenne da Carlo due diplomi a favore della chiesa di Aquileia: con il primo fu restituito al clero aquileiese il diritto di eleggere liberamente i patriarca, salvo l’approvazione del re per il nuovo eletto; con il secondo concesse varie esenzioni sulle decime tra cui quella dell’obbligo di fornire vettovaglie alle truppe.

Il rifiorire di Aquileia fu promosso dal Patriarca Manenzio (801 † 833) che nella basilica di Aquileia ingrandì i bracci e aggiunse la cripta, ma specialmente da Poppo o Popone (1019-† 1042) che con energia si diede a migliorare la vita e gli edifici della città di Aquileia e a rivalorizzare il porto.

Agì duramente contro il Patriarcato di Grado che era protetto da Venezia cercando di sminuirne l’importanza in modo che Aquileia, da troppo tempo trascurata, ritornasse la capitale di un tempo.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

<<< PRECEDENTE                                                                                            SEGUENTE >>>

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project