Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Valvasone Arzene (PN) > Storia > Valvasone nel medioevo

 

Valvasone Arzene - Il Medioevo a Valvasone

Il primo documento che cita Valvasone, capoluogo del comune di Valvasone Arzene in provincia di Pordenone, risale al 1206. Il Patriarca Gregorio da Montelongo nel 1257 concesse il permesso di costruire un’opera fortificata sulla destra del Tagliamento con lo scopo di sorvegliare il più frequentato guado di questo fiume e nel caso di impedire il passaggio di truppe nemiche.

Il maniero appartenne ai signori di Valvasone che si vorrebbero di origine tedesca. Il territorio un tempo tutto racchiuso da mura rinforzate da torricelle era un vero e proprio Comune con il suo podestà a cui signori del castello concessero nel 1396 uno statuto. La giurisdizione era ampia e comprendeva Valvasone, castello e borgate, come Arzene, S. Lorenzo, Orcenigo di Superiore, S. Martino, Postoncicco, e numerose altre località.

Nel 1363 il castello fu incendiato dalle truppe austriache del duca Rodolfo IV che, avevano tentato di conquistare S. Vito, dove si era si era rinchiuso il Patriarca con il suo esercito. Siccome nessuno era uscito da li per combattere, si vendicarono ritornarono a Valvasone bruciarono il castello e il borgo e cosi fecero anche ad Arzene e Arzenutto.

Il maniero venne presto riedificato più saldo e imponente tanto che i Carraresi, nel 1387, non osarono assalirlo. Dal canto loro i Valvasone accolsero ed ospitarono Francesco Novello da Carrara (1398) che si recava alla conquista di Padova.

I Valvasone furono anche in lotta con il maniero di Zoppola, ma vi rinunciarono ai primi del ’400 in favore dei Panciera. Abitarono pure per qualche tempo a Cividale e nel 1409 insieme ad altri nobili friulani accompagnarono in quella città Papa Gregorio XII, per il “Concilio Generale”.

Nel 1410 si unirono ai molti feudatari e varie Comunità per combattere Udine. Dieci anni dopo si dettero a Venezia, così il castello poté essere conservato. I Veneziani, lo restaurarono e lo rinforzarono.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project