Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Resia (UD) > Turismo e Ambiente

 

Resia - Ambiente e Natura

La Val Resia è una valle posta alle pendici del monte Canin e comincia a Resiutta, un piccolo comune collocato all’imboccatura stretta e angusta della vallata. Una strada conduce su per la valle che, dopo alcune curve, si apre improvvisamente e sale fino alle pendici del monte che la sovrasta.
La strada si snoda costeggiando un torrente e conduce alle sei frazioni, che sono nell’ordine di successione: San Giorgio, Prato di Resia, Oseacco, Gniva, Stolvizza e Coritis, quella più in alto, poco distante dalla cima del massiccio. Tutte insieme non contano più di 1500 abitanti, depositarie però di cultura e tradizioni millenarie.

La Val Resia, incuneata tra Austria e Slovenia, si parla una lingua di matrice paleoslava incomprensibile solo pochi chilometri più a valle. Forse una piccola comunità proveniente dalle steppe dell’est – forse una parte delle popolazioni barbariche che transitarono per la regione e nella penisola nel primo millennio - si stabilì in questa vallata chiusa e protetta e, senza influssi estranei, sviluppò un proprio idioma.
 
Le tradizioni folkloristiche, come la musica, le danze, gli abiti, il Püst, cioè il carnevale, sono originali ed unici. Tuttavia i Resiani conoscono il mondo. Nonostante i limiti orografici, essi sono sempre stati viaggiatori che commerciavano e svolgevano mestieri tipici come agli arrotini. Molti valicavano a piedi le montagne con le gerle cariche di legumi e ortaggi per portarle sui mercati di Lubiana, Udine, Trieste, Vienna o altre piccole cittadine dell’Impero Austro-Ungarico.

Manifestazioni ed Eventi

Mostra-Mercato del Raccolto Resiano e Transumanza

Resia - Meteo

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project