Cerca nel sito

 

Prepotto (UD)

Storia di Prepotto

Il nome di Prepotto deriva dallo sloveno prápot che significa “felce”. La sua storia si identifica con il Santuario di Castelmonte, che sorge nel suo territorio. Probabilmente sorge dove c’era una postazione romana di vedetta.

Il documento più antico in nostro possesso che cita Prepotto è del 1161: “… in villa que Prapot vocatur…”, da cui si apprende che apparteneva alla prepositura di S. Stefano di Cividale. Dal 1253 appartenne al capitolo di S. Maria di Cividale.

Nel XIII secolo questa chiesa rivestiva una notevole importanza all’interno del territorio patriarcale. Nel 1469 fu rovinato da un grosso incendio. Fu pesantemente danneggiato anche dal terremoto del 1511.

Venne ristrutturato e ampliato nel Seicento. Sostanzialmente rimase uguale nella struttura fino ai giorni nostri, divenendo col tempo un punto di riferimento religioso per tutta la zona, a prescindere dai confini.

Oggi la principale attività del territorio è quella vitivinicola. Infatti, Prepotto è inserito una zona dove si producono dei vini di assoluto pregio.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project