Cerca nel sito

 

 

 

Home > Località > Comuni > Porcia (PN) > Storia > La famiglia dei Porcia

 

Porcia - La famiglia Porcia

Fin dal 1112 i Porcia risultavano Avvocati della Chiesa di Concordia, per cui la loro nobiltà risale ad alcuni secoli prima. Appartennero al novero dei “liberi” ed occupavano il primo posto tra la nobiltà castellana nel Parlamento Friulano. Dal Vescovo di Ceneda nel 1181 ottennero il castello di S. Eliseo (oggi S. Rocco) dal Patriarca di Aquileia i feudi di Porcia, Prata, Brugnera (1188) e numerosi altri.

In seguito divennero conti del Sacro Romano Impero, nel 1662 furono elevati al rango di principi ed ottennero il titolo di conti d’Ortemburg. Nel 1683 furono decorati dalla nobiltà bavarese e nel 1905 del titolo di Altezza Serenissima.

Dalla famiglia Porcia si diramarono varie linee: di Porcia di Sotto (principesca); di Porcia di Sopra (la comitale); di Prata ecc. Dei molti uomini illustri di questa famiglia citiamo: Giovanni Ferdinando nato nel 1605 che fu ambasciatore a Venezia, Governatore della Carinzia e maggiordomo dell’Arciduca Leopoldo, il quale divenuto imperatore di Germania, lo creò principe e gli conferì il Toson d’oro (1662).

Alla linea comitale appartennero l’umanista Jacopo (1462-1538), che fu autore di opere storiche e d’arte militare; Silvio (1526-1603) fedelissimo a Venezia e che combatté eroicamente a Lepanto (1571); Girolamo (sec. XVI) che lasciò l’interessante “Descrizione della Patria del Friuli”.

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project