Cerca nel sito

 

Pasian di Prato (UD)

Pasian di Prato - Storia

L'origine del toponimo Pasian di Prato è nella prima parte prediale in -anu da Pacilius, mentre la seconda parte del nome è di significato trasparente.

Scarse sono le notizie storiche in quanto la sua storia è stata sempre legata a quella di Udine. Nel XII secolo era possesso dei conti di Gorizia che poi la donarono all’Abbazia di Rosazzo. A Pasian di Prato si tennero spesso delle riunioni di nobili friulani per parlamentare, in un campo rotondo nei pressi di Santa Caterina.

In un luogo presso la località Bonavilla, oggi segnato da una croce in ferro, il 6 giugno 1350 fu riconsegnato alla città di Udine il corpo del Patriarca Bertrando di San Genesio, ucciso da alcuni nobili friulani che miravano a spartirsi il Patriarcato.

Nel 1866, con il resto del Friuli Occidentale si riunì al Regno d’Italia. Il 19 novembre di quell’anno si costituisce il comune di Pasian di Prato, a seguito del Regio Decreto N. 3300 del 04/11/1866.

Il paese fu coinvolto nei fatti bellici della Prima Guerra Mondiale. Durante l’occupazione austriaca, il 23 e 24 aprile 1918, furono asportate le campane della chiesa di San Giacomo.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project