Cerca nel sito

 

Majano (UD)

Storia di Majano

Il nome Majano, comune in provincia di Udine, deriva da toponimo prediale in -anu da Malius. Difficile è dire quali fossero i primi abitatori del luogo. Certamente in epoca romana, come provano i reperti ritrovati, era molto abitato. Del resto lo stesso toponimo attesta la romanità della zona.

La prima notizia storica del territorio del comune di Majano risale al 781, all’atto di donazione dell’imperatore Carlo Magno a favore di Paolino, Patriarca di Aquileia. La donazione comprendeva tra l’altro, Buja e le terre adiacenti per tre miglia. Questa donazione venne confermata nel 983 da Ottone II con il diploma di Verona.

Nell'atto di fondazione dell'Ospedale di San Tomaso, di proprietà dei Templari, risalente al 1199, Artuico di Varmo donò ai Cavalieri anche i beni che lui ed i predecessori avevano nella zona di Susans, riservando per se l'uso di un manso e l’esercizio dell'avvocazia sulla zona.

Solo però all’epoca napoleonica spetta a Majano una vera forma giuridica con l’accentramento in un solo comune delle varie borgate. L’Austria mantenne poi questo ordinamento sino al 1866, quando il Friuli occidentale fu annesso al Regno d’Italia.

Il comune di Majano fu duramente colpito dal sisma del 1976.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project