Cerca nel sito

 

Grado.jpg
Puppo 1949

Grado (GO)

Grado - Arte e cultura

Grado, città in provincia di Gorizia, famosa come località di mare, come meta delle vacanze di migliaia e migliaia di persone che in decenni vi hanno soggiornato, è molto di più della sua spiaggia: un mondo con tante facce e con radici culturali profonde.

Certo la prima immagine è quella del Littorale e delle vacanze, presente nei ricordi di tanti che negli anni vi hanno soggiornato in famiglia o nelle colonie. Ricordi di spensieratezza e gioia a cui si mescolano le note di “Madonnina del mare”.

Ma c’è anche una Grado dalla lunga storia, dai tempi dei romani, quando era il porto di Aquileia e qui arrivavano merci da tutto il mediterraneo, per essere scambiate con quelle provenienti dal Nord. I resti della Iulia Felix, nave romana, ne sono testimonianza, assieme agli edifici paleocristiani con i pavimenti a mosaico.

Sicuramente affascinante la Grado del mare, dei pescatori, della laguna disseminata di casoni celebrati dai quadri di Bepi Liusso, del pesce fresco al porto, pronto per preparare il tipico piatto gradese, il “boreto”.

Una Grado semplice ma profondamente autentica e con un fascino che è stato consegnato alla poesia, e pure nel dialetto locale, dal suo grande cantore: Biagio Marin.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project