Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Gemona del Friuli (UD) > Storia > Il terremoto del '76

 

Gemona - Il terremoto del '76

Gemona del Friuli, in provincia di Udine, fu tra i comuni più duramente colpiti dal Terremoto del 1976. I suoi morti furono 398, (989 in tutta la regione) migliaia i feriti, più di 4.000 gli immobili distrutti e danneggiati. Furono giorni drammatici. I soccorritori giunsero da ogni parte. Numerose furono le unità militari che operarono nella zona.

Oltre a quelli dell'Esercito Italiano, vari reparti di specialità, giunsero dall’Austria, Canada, Francia, Germania, Jugoslavia. Una parola a parte spetta poi all’Associazione Nazionale Alpini, che contribuì ai soccorsi con l'alternarsi ininterrotto di oltre 15.000 ex alpini. L’8 settembre 1976 un altra serie di forti scosse distrusse quanto si era cercato di riparare, provocando ulteriori vittime. Si avvicinava l’inverno.

La popolazione di Gemona del Friuli, come quella di tutta la zona sinistrata, fu sistemata nelle tendopoli e poi ospitata nelle località balneari di Lignano Sabbiadoro, Grado, Bibione, Caorle e Jesolo fino alla primavera del 1977 quando fece rientro nelle case prefabbricate. Si incominciò a ricostruire Gemona del Friuli, che era distrutta per il 70%, al motto di: "dov‘era e per quanto possibile com‘era".

Grazie al laborioso recupero degli elementi architettonici non distrutti dal sisma, in gran parte si riuscì. Le parti mancanti sono state comunque rifatte in modo da distinguersi nettamente da quelle originali.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

Video sul Terremoto 1976

 

 

 

 

 

 

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project