Cerca nel sito

 

 

 

 

Duino Aurisina - Chiesa di San Giovanni in Tuba

La chiesa di San Giovanni in Tuba si trova nella località di San Giovanni al Timavo, una frazione del comune di Duino–Aurisina (Devin–Nabre×ina) in provincia di Trieste.

In questo luogo, dove il riaffiorare delle acque del Timavo aveva fermato la contemplazione degli antichi, sorse, un tempio dedicato al Fiume Timavo e alla "Speranza".

In seguito venne sostituito da una basilica paleocristiana dedicata a S. Giovanni Battista cioè a colui il quale con l'acqua aveva battezzato Gesù Cristo. Pare che verso il V secolo un tale Giovanni da Damasco murò qui le reliquie dei Santi Giovanni Evangelista, Stefano, Giorgio e Lorenzo.

La località si chiamò quindi San Giovanni in Tuba dal latino “tubinu”, diminutivo di tuba "condotto naturale o artificiale delle acque (terrestri o sotterranee)". Sorgeva qui anche un monastero, di cui però abbiamo oggi solo memoria scritta.

Il patriarca Ulderico fece risorgere l'edificio dopo la distruzione ungara intorno al 1100. La basilica subì altre distruzioni dalle invasioni turche nel XV sec. Su quelle rovine i signori di Walsee, succeduti nel possesso di Duino, costruirono un tempio con l'attuale abside gotica, tra il 1399 e il 1472.

La basilica subì nuovi danni durante la Prima Guerra Mondiale. Nel 1949 la Sovraintendenza ai Monumenti poté provvedere al consolidamento dell'edificio e riportare alla visibilità tracce paleocristiane.

L'abside era semicircolare all'interno e poligonale a tre lati all'esterno. Il tipo di mosaico, simile a quello del Battistero di Grado fa risalire la costruzione al V sec. la cannata absidale s'innesta ad altra abside poligonale più tarda (VIII sec.) facente parte del probabile ampliamento del primo edificio.

La parte più notevole conservata é nel presbiterio dove, al livello più basso dell'attuale, si trova un bellissimo pavimento a mosaico, mentre accanto sussiste ancora un piccolo ambiente semidistrutto.

L’attuale chiesa di San Giovanni in Tuba è costruita in pietra squadrata regolare dello scomparso tempio romano e riporta sul suolo italiano uno stile antico tedesco. Di stile gotico, la chiesa è a navata centrale, come il presbiterio, illuminato da tre finestre verticali. Nella sacrestia iscrizione del Patriarca Ulderico di Eppenstein, risalente al 1113, che ricorda il rinvenimento di reliquie nella chiesa e di un allagamento presso la cappella.

La chiesa di San Giovanni in Tuba conserva all’esterno un piccolo lapidario con calchi d'iscrizioni scoperte nella zona murati all'esterno. Qui fino alla Prima Guerra Mondiale c’era un cimitero, andato distrutto. L’antica chiesa si può visitare previo accordo con il parroco della parrocchia di San Marco del Villaggio del Pescatore.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project