Cerca nel sito

 

 

 

 

Sgonico - Grotta Gigante

La Grotta Gigante (Briškovska jama in sloveno, Riesen Grotte in tedesco) si trova in Borgo Grotta Gigante nel comune di Sgonico. Viene considerata la più grande cavità turistica al mondo.

La grotta si stima si sia formata circa 10 milioni di anni fa e fu abitata in tenpi preistorici. La sua esistenza però fu scoperta solo più recentemente, nel 1840, da Anton Frederick Lindner nel corso selle sue ricerche sul percorso sotterraneo del Timavo.

Esistono tre accessi alla grotta: il primo, quello normalmente usato, venne sistemato per la fruizione turistica, inaugurata il 5 luglio1908, su iniziativa del Club dei Touristi Triestini; il secondo, posto in posizione mediana, è più angusto e venne utilizzato dalle prime esplorazioni (1890); il terzo, situato verso Est, e formato da una galleria inclinata abitata in epoca neolitica, che sbocca in un foro della volta della caverna principale.

La Società Alpina delle Giulie nel dopoguerra vista la scomparsa del gruppo proprietario, ne rilevò la proprietà e predispose l’illuminazione elettrica. Poi assieme all’Ente Provinciale per il Turismo di Trieste istituì il Museo della Speleologia, primo del genere in Italia, oggi posto in una palazzina all’esterno.

Dal 1950 nella grotta funziona una stazione meteorologica per lo studio del microclima sotterraneo. Nel 1959 vi è stata collocata una stazione per l’osservazione delle maree terrestri, mentre tra gli anni 1963-65 la grotta divenne una stazione sismica gestita dall’Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste.

Si entra nella grotta tramite una lunga e ripida scalinata di circa 360 scalini (Coordinte ingresso: 45°42’38,8’’ N - 13°45’55,8’’ E). L’ingresso della Grotta Gigante è posto a 275 m s.l.m.. La cavità colpisce subito per la sua grandezza, anche se non è facilmente percepibile: fa sempre un certo effetto sentire che che all’interno può entrarci la cupola di San Pietro! Ha uno sviluppo longitudinale di 260 m circa, una larghezza di 65 m, il fondo è posto a m 156 s.l.m., mentre ha un’altezza di m 107. La volta ha uno spessore di 24 metri.

La sala principale ha una capcità di 600,000 mc, pari ad un cubo di 84 m di lato. La temperatura interna è di circa 11° costanti, mentre l’umidità è del 96%.
La Grotta Gigante, illuminata da fari elettrici, è ricca di formazioni cristalline, spesso colorate di rosso vivo, tra le quali sorgono numerose stalagmiti (la più alta è la “Colonna Ruggero”, m 12; “la Palma” m 7). La loro crescita è stimata in circa 0,01 mm al mese.

Nel punto più profondo si trovano le lapidi commemorative del Bertarelli e del Boegan.

La visita alla grotta dura circa una cinquantina di minuti, in cui si percorrono 800 metri in mezzo a roccie, stalatiti e stalagmiti e su un dislivello di 100 m..

La Grotta Gigante è gestita dalla Commissione Grotte Eugenio Boegan, della Società Alpina delle Giulie (Sezione di Trieste del CAI), che è il gruppo speleologico più antico al mondo, fondato nel 1883.

 

Borgo Grotta Gigante
34010 Sgonico TS
Tel. 040.327312.
Web:
http://www.grottagigante.it
Mail: info@grottagigante.it

 

Orario di visita: chiusura: nei giorni del 1° gennaio e del 25 dicembre e tutti i lunedi’ non festivi. Nei mesi di luglio e agosto la grotta è sempre aperta. Le visite in grotta sono a pagamento e sempre accompagnate da una guida compresa nel prezzo del biglietto. Prenotazione obbligatoria per comitive scolastiche e gruppi di minimo 25 persone. Per informazioni sui prezzi e prenotazioni: Tel. 040-327312.

  

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project