Cerca nel sito

 

 

 

 

Vito d'Asio - Castello Ceconi di Montececon

Il Castello Ceconi di Montececon si trova a Pielungo, località del Comune di Vito d’Asio in provincia di Pordenone.

Fu costruito a partire dal 1890, nel luogo in cui sorgeva la propria casa natale, come propria residenza dall’impresario edile Giacomo Ceconi (Pielungo, 1833 – Udine, 1910) creato conte di Montececon da Vittorio Emanuele III per le sue numerose opere edili pubbliche donate a beneficio della Val d’Arzino, tra cui la Strada Regina Margherita che collega Anduins con Verzegnis.

Vito-dAsio---Castel-Cecconi-a-Pielungo-(Foto-di-Mara-Colombo).gif
Il Castello Cecon di Montececon (Foto Mara Colombo)

Il castello Ceconi di Montececon, posto in una bellissima posizione panoramica chiamata Val Nespolaria, è di stile neogotico con contributi da altri stili. Inizialmente pensata come villa, la costruzione venne poi accresciuta sino a diventare un castello dalle forme eclettiche che sono segno della vulcanica personalità del conte Ceconi. La copertura contornata di merli fu voluta in sostituzione di quella originale a padiglione, dopo la sua nomina a conte (1893).

Archi, statue, marmi sono nella volontà del costruttore i simboli del suo riscatto da una condizione familiare di povertà sino ai successi lavorativi e alla nobiltà. Non si riconosce tuttavia un progetto organico ma piuttosto una somma di soluzioni architettoniche, prive anche di simmetria.

Come decorazione della facciata del Castello Ceconi di Montececon, tra le finestre ogivali della facciata, sono collocate le statue di Ariosto, Petrarca, Dante e Tasso. Invece sopra le finestre del primo piano sono posti cinque affreschi che rappresentano l’ing. George Stephenson, Alessandro Volta, Irene da Spilimbergo, Leonardo da Vinci e Vittoria Colonna. Al primo, il Ceconi che era stato grande costruttorie di linee ferroviarie, attribuiva le sue fortune.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project