Cerca nel sito

 

 

 

 

Udine - Palazzo Caratti-Braida

Palazzo Caratti-Braida sorge a Udine in Via Daniele Manin, a sinistra, subito dopo la porta e la breve e pittoresca acciottolata Salita di San Bartolomio, ai civici 19 e 17. L’ingresso nobile sarebbe da Piazzetta Valentinis, ma oggi risulta fatiscente.

Fin dal Quattrocento abbiamo attestazione che in questo luogo vi erano delle povere casupole. Col passar del tempo furono restaurate e ingrandite.

Sul finire del Settecento la casa viene descritta come avente la facciata interamente affrescata da Giovan Battista Grassi, però si dice già che il lavoro andava quasi del tutto perdendosi. Nel 1815, appartenente alla famiglia Mazzorini, si ha un primo restauro con la sopraelevazione di un piano.

Nel 1839 un primo intervento di ristrutturazione da parte degli eredi Braida, nuovi proprietari, su disegno di F. Nardini. Nel 1853 viene fatta nuova domanda per riformare l’intera facciata, sempre su disegno di Nardini, che viene in parte accolta. In seguito Anna Braida sposerà Umberto Caratti portando in eredità il palazzo.

Nel 1932 venne aperta nel lato Est di Palazzo Caratti-Braida la Trattoria all’Antica Braida, scomparsa nel 1970. Superato il rischio di essere demolito, il palazzo fu acquistato dalla Fondazione CRUP e rivenduto, dopo il restauro nel 2012 della facciata di Via Manin. Attualmente è disabitato.

Sulla facciata neoclassica si trova una targa commemorativa dedicata ad Eugenio Caratti, realizzata dallo scultore ed ebanista Giuseppe Pischiutti da Gemona (1863 - 1956).

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project