Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Fanna (PN) > Arte e Cultura > Monumenti, Chiese e Palazzi > Santuario della Madonna di Strada

 

Fanna - Santuario della Madonna di Strada

Il Santuario della Madonna di Strada si trova a Fanna, comune in provincia di Pordenone. Chiamata un tempo Santa Maria del Mercadello (qui passava la sola via della Pedemontana e vi era in zona un guado sul Colvera che si attraversava grazie ad un cavallo, detto “marcadellus”), secondo alcuni si tratta del più antico santuario mariano del Friuli, primato che forse gli può essere conteso solo da quello di Castelmonte. Già un diploma di Ottone II del 12 gennaio 981 lo cita. Si registrarono numerose guarigioni e divenne meta di un folto pellegrinaggio di fedeli.

Officiato all’inizio dai monaci Benedettini, venne in seguito affidato al clero diocesano sino a quando subentrarono i Romiti dell’ordine dei Minori Conventuali che lo ressero sino a tutto il XVII secolo. Ritornò al clero diocesano sino al 1945 quando ritornarono i Frati Minori Conventuali. Oggi è affidato ad un rettore, appartenente alla Fraternità Francescana, dipendente dall’Arciprete di Fanna.

Dell’edificio originale non è rimasta traccia, se non forse una piccola Madonna scolpita in pietra. Il santuario fu ricostruito nel 1357 ed i lavori furono finanziati da tale Giovanni Malagrini, possidente di Fanna, che donò pure numerosi beni, in remissione dei suoi peccati. Di questo edificio rimane oggi il coro. Nel 1581, in ottobre, si ebbe la consacrazione, celebrata da Giulio Superchio, vescovo di Caorle.

Subito dopo il Santuario della Madonna di Strada fu conteso dalla parrocchia di San Remigio di Cavasso Nuovo e dalla neonata parrocchia di Fanna, che da quella si era staccata. Diatribe che durarono due secoli, sino all’intervento del Doge Francesco Loredan che il 21 marzo 1757 stabilì con atto ducale che la giurisdizione appartenesse alla parrocchia di San Martino Vescovo di Fanna.

La sacrestia edi il campanile vennero costruiti prima del 1733. Dal1886 al 1899 si ebbe un nuovo rifacimento che è quello della forma attuale. Nel 1926 furono rifatte le campane e nel 1958 venne interamente restaurata. Una nuova campana fu collocata nel 1999 e porta la scritta “San Francesco - Anno Giubilare 2000”

Meta di numerosi pellegrini, il Santuario della Madonna di Strada è oggi una costruzione ottocentesca in stile ispirato al neoclassico. Con facciata ripartita da lesene e che crea un portico antistante l’ingresso, sormontata da un timpano frontale.

Nel soffitto della navata troviamo affreschi di Vittorio Cadel da Fanna che raffigurano l’incoronazione della Vergine e santi in quattro medaglioni.

Il Santuario della Madonna di Strada conserva anche la cinquecentesca statua in pietra dipinta policroma, veneratissima, della Madonna con Bambino che regge una pergamena in cui è scritto “Io sono la Vita”, opera pregevole di Antonio Pilacorte, che secondo la tradizione è un ex voto di un castellano di fannese per essersi salvato dall’annegamento nel Colvera.

Alcuni edifici vicini sono stati costruiti per accogliere ritiri spirituali e dare ospitalità a pellegrini.

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project