Cerca nel sito

 

 

 

 

Cividale del Friuli - Bosco Romagno

Il Parco Naturale Ricreativo del Bosco Romagno si estende su una superficie di 53 ettari, quasi tutti di bosco. Posto per la maggior parte della sua estensione nel comune di Cividale del Friuli, in parte comprende anche porzioni di territorio dei comuni di Prepotto e Corno di Rosazzo. Il dislivello del parco si aggira sui 60 metri.

 

Bosco-Romagno-1.jpg

Storicamente il Bosco Romagno è conosciuto per un famoso fatto di sangue. Qui, quando ancora era una parte della macchia selvaggia, tra l’8 e il 20 febbraio del 1945, vennero portati 14 dei 20 partigiani osovani, prelevati da elementi delle Brigate Garibaldi comandati dal partigiano Mario Toffanin (Giacca) alle Malghe di Porzûs, il 7 di quel mese. Interrogati, in seguito vennero giustiziati nei pressi del bosco e qui sotterrati. Una lapide ricorda la tragica circostanza.

In seguito si pensò di tutelare questa zona ricca di vegetazione rara e fauna. Il bosco è composto da interessanti piante tra cui la robinia (pianta importata dal Nord America nel 1601), pino strobo, la Douglasia, il rovere, la roverella, la farnia, il cerro, l'acero campestre e montano, il carpino bianco e nero, il farinaccio, il ciliegio, il castagno, il tiglio che conferiscono grande varietà di paesaggio.

Una parte della superficie è invece costituita da prati. La fauna annovera astore, caprioli, volpi, faine, poiane, sparvieri, tassi, scoiattoli, donnole, ghiri e qualche raro esemplare di gatto selvatico. Nei corsi d’acqua molto puliti si può trovare il gambero di fiume.

Bosco-Romagno-3.jpg

Sette ettari sono stati riservati all'area ricreativa. Nei punti d'ingresso sono stati predisposti dei parcheggi, i servizi igienici e giochi per bambini. I comodi sentieri permettono al visitatore di compiere escursioni, passeggiate e di praticare dello sport su un percorso ginnico. Funziona inoltre un posto di sosta e ristoro. È un oasi di pace dove il visitatore deve osservare semplici regole civili. Sono vietati: l'accensione di fuochi, gli schiamazzi, il passaggio di mezzi motorizzati sui sentieri, i maltrattamenti al terreno e alle piante.

Bosco-Romagno-2.jpg

Le entrate sono: 1) dalla Strada di Spessa nell’omonima località; 2) sulla Strada Provinciale Prepotto - Corno di Rosazzo; 2) a Gramogliano vicino alla citata provinciale Prepotto-Corno di Rosazzo.

Gestore del parco è la Regione Friuli Venezia Giulia. Informazioni: Azienda regionale delle Foreste del Friuli Venezia Giulia, Via Sabbadini 31, Udine, Tel. 0432 555111, oppure Stazione Corpo Forestale Regionale di Cividale del Friuli, Viale Libertà 138, Telefono 0432 700350.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

La mappa di Bosco Romagno


Visualizzazione ingrandita della mappa

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project