Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Trieste > Turismo e Ambiente > Pista ciclopedonale Giordano Cottur

 

Trieste - Pista ciclopedonale Giordano Cottur

Il 16 ottobre 2010 viene inaugurata la Pista Ciclopedonale Giordano Cottur. Al grande ciclista triestino viene intitolato un interessante percorso che, partendo dalla Stazione di Campo Marzio a Trieste, attraversando parte della Val Rosandra, conduce a Draga Sant’Elia, località in comune di San Dorligo della Valle, presso il confine con la slovenia.

Questa suggestiva pista ciclopedonale recupera il tracciato della vecchia ferrovia asburgica che conduceva da Trieste a Erpelle (Herpeljie), sulla tratta della ferrovia istriana Divaccia-Pola.

Questa linea era stata pensata per ragioni commerciali e nel 1883 doveva iniziare la sua realizzazione. Tuttavia, alcune sensate obiezioni progettuali del Comune di Trieste, compresa quella di rendere la linea utilizzabile anche dai passeggeri, vennero accolte, ritardarono l’inizio dei lavori al 26 ottobre 1885, quando la prima pietra fu posta dalla ditta triestina Bianchi-Ronchetti & Pedoja. L’asprezza del territorio, unita ad un’epidemia di colera scoppiata tra i più di 2600 operai impiegati, rese ardua l’impresa.

La linea entrò in esercizio nel 1887, continuando a funzionare fino al 1958, quando le mutate condizioni politico-economiche, ne imposero la chiusura.

Negli anni Duemila, anche con il crescere della domanda turistica di itinerari ciclistici, si pensò al recupero di questa infrastruttura abbandonata con la realizzazione di una ciclovia, nuova destinazione d’uso compatibile con le caratteristiche delle ferrovie.

Dopo diversi anni di lavoro, con fasi alterne, si è giunti finalmente alla sua realizzazione. La pista, immersa nel verde e nella natura della Val Rosandra, misura 11,7 km e ha una pendenza massima del 3,2 %. Sono presenti delle gallerie illuminate a fotocellula nelle ore diurne. Si riconoscono ponti e vecchie stazioncine della vecchia linea, ormai reperti archeologici.

La Slovenia sta lavorando per il collegamento ciclistico adeguato fino ad Erpelle.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project