Cerca nel sito

 

 

 

 

Trieste - Piazza Cavana

In questa piazza di Trieste un tempo sorgeva il palazzo dei Ranfi. Questo palazzo fu fatto abbattere nel 1313 a monito per la popolazione, dopo la scomparsa (non si sa se sia stato giustiziato o fuggito per mare) di Marco Ranfo capo della famosa congiura. Sopra le macerie fu sparso del sale perché non vi sorgessero mai più palazzi o case.

Piazza Cavana, sino al 1829 era chiamata Piazza del Sale per un magazzino di sale che era posto in fondo alla piazza e demolito in quell’anno. Tale magazzino era stato costruito nel 1714 a commemorazione della pace conclusa con i Turchi dopo la battaglia di Zeuta, vinta da Eugenio di Savoia.

L’imperatore Carlo VI, per l’occasione, fece apporre una lapide che così diceva: «Il decreto di Cesare comandò che fosse posta questa lapide per la pace ristabilita al mondo dal desiderassimo Eugenio. Sia gloria a te Dio padre, Dio figlio, Dio Spirito Santo».

Ceduto il magazzino al Comune che intendeva situarvi il mercato del pesce, venne venduto a Carlo d’Ottavio Fontana, il quale, al suo posto, costruì i magazzini e le botteghe attuali.

La piazza venne chiamata Cavana perché da essa ha inizio la via con questo nome, che a sua volta lo assunse con tutta probabilità per l’esistenza remota di una cava in quei paraggi. In questa piazza sboccano: Via del Pesce e Via del Sale.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project