Cerca nel sito

 

 

 

 

Udine - Palazzo Orgnani-Agricola-Di Caporiacco

Palazzo Orgnani-Agricola-Di Caporiacco si trova in Via Giovanni da Udine nel capoluogo del comune di Udine. Il luogo dove sorge si chiamava Borgo Isola, derivante secondo il Ciconi dal fatto che stava tra la roggia ed il lago di Piazza I Maggio e per il Della Porta invece con il significato simile alla parola “isolato”.

Qui si trovava una casa con cortile e stalla di proprietà di Corrado Savorgnan di Brazzà, che dopo la sua morte, in ossequio alle volontà testamentarie, il 18 maggio 1717 viene venduta dal nipote Ettore a Bernardino Orgnani e ai figli Ferrante e Giovan Battista, per la somma stimata di 760 ducati, cinque lire e dodici soldi.

Nel 1744 troviamo qui abitante Ferrante Orgnani, all’epoca cancelliere del comune, che probabilmente aveva costruito il palazzo che vediamo oggi. L’incremento del valore della proprietà viene dimostrato allorquando nel 1762 la sorella Vittoria entra in possesso della casa con l’eredità, la vende per 4300 ducati a Gio Batta Follini, che già possedeva una filanda e altri edifici in Borgo Isola.

La proprietà nel 1768 passò dal Follini a Giulio Antonio Agricola, membro della nobile famiglia che possedeva già un palazzo all’inizio dell’odierna Via Liruti. Nel 1809 il palazzo viene stimato, dato che il figlio Vergendo volendo separarsi dalla famiglia, aveva chiesto una spartizione dei beni familiari per asse ereditario. Questo fatto ci permette di avere un inventario minuzioso degli arredi del palazzo, che sostanzialmente era come lo vediamo oggi.

Nel palazzo Orgnani-Agricola-Di Caporiacco visse l’ing. Augusto Agricola, erudito e studioso che fu tra i pionieri della fotografia in Friuli. Sua la foto friulana pià antica, che ritrae la basilica di S. Ambrogio di Milano (1855), come sempre sua è la prima foto conosciuta scattata a Udine, che immortala la chiesa di San Giacomo. Morì nel 1875, pare avvelenato dalle sostanze chimiche usate per la sua grande passione.

Nel 1880, alla morte di suo fratello Girolamo, l’eredità venne spartita tra il comune, la madre dei due fratelli Agricola, Giulia Conti, e la moglie di Girolamo, Camilla Ceriani. Questa si trasferì a Venezia, lasciando in usufrutto il palazzo al suo medico, il dott. Riccardo Pani.

Ereditato alla fine dell’ottocento da Elodia Orgnani, figlia di Gio.Batta e Latina Agricola, venne portato in dote da questa nelle nozze del 1904 con il conte Gino Andrea di Caporiacco, in seguito podestà di Udine.

Palazzo Orgnani-Agricola-Di Caporiacco si sviluppa su tre piani. La facciata ha un portale bugnato con arco a tutto sesto la cui chiave di volta è rappresentata da una testa femminile con elmo piumato. Sovrasta il portale una finestra balconata con timpano. Le finestre al piano terra hanno delle inferiate in stile settecentesco.

Il piano nobile è decorato con affreschi vicini ai modi di Giuseppe Borsato, dai temi allegorici e paesagistici in stile impero. Nel soffitto, posto in posizione centrale, è rappresentato un Apollo con quadriga e amorini.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project