Cerca nel sito

 

 

 

 

Campolongo Tapogliano - Villa de Pace-Strassoldo

Villa de Pace-Strassoldo si trova a Tapogliano, località del comune di Campolongo Tapogliano in provincia di Udine. Bella costruzione settecentesca (la data del 1752 è scritta in un soffitto) dove lo stile veneto convive con quello austriaco quasi a dare indicazioni contrastanti sul periodo di costruzione.

Il primo stile viene rivelato nel ritmo delle finestre e nella disposizione delle sale, il secondo nel previsto impianto a quattro torri, nel portale e balcone della facciata. Pare che vi abbia contribuito l’arch. Pacassi.

I Pace erano una famiglia nobile della corona imperiale e della nobiltà veneta, risultando baroni dell’impero sin dal 1675 e conti nel ramo di Udine. Da questo ultimo ramo proveniva il conte Carl Maria Pace, che fu militare dell’esercito austriaco al fianco del principe Eugenio di Savoia.

Villa de Pace-Strassoldo è a pianta quadrata con due elementi sui vertici della facciata principale, che fuoriescono simili a torri. Secondo le memorie della famiglia, la corona austriaca concesse in fedecommesso (particolare tipo di testamento) Tapogliano alla famiglia Pace, imponendo però la costruzione di un edificio di rappresentanza degno. Il fedecommesso fu concesso pare prima della fine dei lavori, cosa che indusse a semplificare il progetto, risparmiando sulla costruzione delle torri posteriori e dello scalone esterno.

Purtroppo gli archivi andarono perduti nella prima guerra mondiale, ma sembra che in realtà non ci sia stato nessun problema sul lato dei costi, viste le spese e le committenze ad artisti piuttosto famosi, quanto piuttosto un aggiornamento del gusto in senso meno austero.

All’interno della Villa de Pace-Strassoldo, merita segnalare il magnifico scalone a rampe elissoidali, tra i più belli delle ville regionali. Nel salone, ricco di stucchi, si trova la grande tela al soffitto, attribuita a Giovanni Scajario da Asiago, allievo dello Zugno, databile attorno al 1770.

Circonda la villa de Pace-Strassoldo un giardino ed un ampio parco, delimitato su un lato dal vecchio borgo che costituiva una centa, oltre che da rustici e barchesse. L’assetto attuale delle specie arboree deriva da un’impostazione data tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project