Cerca nel sito

 

 

 

 

Camino al Tagliamento – Il mulino di Glaunicco

A Glaunicco, località del Comune di Camino al Tagliamento, in provincia di Udine, sorge un famoso mulino.

Lungo la strada che conduce a Camino e presso al borgo rurale, si trova questo mulino ricco di storia. Il mulino viene citato già nel 1405, quando veniva utilizzato dalla Repubblica di Venezia e dai frati benedettini della vicina abbazia di Sesto al Reghena

Il mulino negli anni '40 (Archivio IPAC FVG - Foto Elio Ciol)

Rimasto in attività per vari secoli, nel 1881 viene richiamato da Ippolito Nievo per ambientarvi la novella “Il Varmo”:  

«Un mulino che è lì presso a quella campestre solitudine presta conforme il movimento e, sarei per dire, la parola. Tuttavia sarebbe ingiustizia se non mi ricredessi dall’aver chiamato quel mulino un’opera d’arte; poiché l’è tanto antico a mio giudizio, che la capricciosa natura l’ha già rioccupato parte a parte per diritto di prescrizione; e le muraglie son così sconnesse e fiorite, e il tetto è così ineguale e muscoso ch’esso ti dà sembianza d’una fattura del caso».

Conservando la sua aria bucolica nel tempo, il mulino di Glaunicco fu utilizzato nel 1961 da padre David Maria Turoldo per girare alcune scene del suo film “Gli Ultimi”.

Rimase in funzione sino al 1967. Nel 1968 il mulino di Glaunicco fu distrutto da un incendio. Acquistato dalla famiglia Del Negro, venne ristrutturato e, riaperto nel 1985, fu trasformato nel ristorante "Al Molino".

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

Il mulino oggi

 

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project