Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Maniago (PN) > Storia > Resti del Castello e Cappella di S. Giacomo

 

Maniago - Resti del Castello e Cappella di S. Giacomo

Si trovano in Via del Castello a Maniago, in provincia di Pordenone. Da Piazza Italia, prendendo Via del Castello in direzione N, si sale verso in un bel boschetto, costeggiando il parco del palazzo d’Attimis-Maniago. Nel pendio boscoso si ravvisano, sparsi, i resti di quello che fu il vecchio castello di Maniago.

Viene citato il 12 gennaio 981 quando fu confermato nell’investitura e nel possesso al Patriarca Rodoaldo dall’Imperatore Ottone II: "cortem que vocatur Maniacus".

Esso fu distrutto dal terremoto del 1511, in parte restaurato, continuò ad ospitare la famiglia Maniago fino agli inizi del Seicento, per venire definitivamente abbandonato nel 1630. Sono visibili le parti principali in muratura e l'ampio cortile interno, S'intravede anche il perimetro delle torri Alba, Fracta, Barba e Porta.

Il maniero era composto da vari corpi ed edifici, cintati da varie mura. Esisteva anche una domus patriarcale. Vide ai piedi delle sue mura le lotte con Ezzelino III da Romano e di Vecellone da Camino nel 1216, mentre in seguito venne assediato da Enrico di Prampero e Gualtierpertoldo di Spilimbergo. I Maniago furono rinnovati dal Patriarca Bertrando nell’investitura del castello nel 1337.

Ad una curva a destra, semisepolta dalla vegetazione, si trova la Cappella di S. Giacomo, risalente al XIII sec. e molto danneggiata dal terremoto del 1976, ma prontamente restaurata. Conserva all'interno due rilievi frammentari comuni del sec. IX e una pala con S. Giacomo dipinta tra il 1638-48 da Sebastiano Mazzoni.

Inoltre la cappella conserva alcuni affreschi del sec. XV provenienti dalla Chiesa di Nogaredo al Torre. Vi sono qui sepolti i feudatari di Maniago. Proseguendo si giunge in cima al colle da cui si gode una bella vista.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project