Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Porcia (PN) > Arte e Cultura > Monumenti, Chiese e Palazzi > Chiesetta di Santa Maria Assunta

 

Porcia - Chiesetta di Santa Maria Assunta

La Chiesetta di Santa Maria Assunta (o della Madonna come viene comunemente chiamata), si trova a Porcia, comune in provincia di Pordenone.

La prima volta viene citata nel 1369 in un documento relativo ad un contratto d’affitto. Questa chiesetta era sede di uno dei due vicariati di Porcia. Ad essa era collegato fino alla metà del XVIII secolo un ospedale o ricovero per pellegrini, che aveva sede probabilmente in un edificio posto a sinistra della chiesa, demolito nel 1970. Alcuni affreschi presenti in questo immobile furono salvati prima della demolizione. Nel 1793 i vicariati furono riuniti e nel 1804 assunsero il titolo arcipretale.

Tra il 1555 e il 1560 la chiesetta di Santa Maria Assunta fu conpletamente ricostruita secondo delle linee rinascimentali. In seguito subì un restauro nel 1873 per i danni causati da un terremoto, specie nell’abside e nel campanile. Altri rimaneggiamenti nel 1892. Più gravi furono le conseguenze del terremoto del 1976, che resero necessari lavori di restauro che si conclusero nel 1984. Di buono ci fu che i lavori riportarono in luce antichi elementi decorativi.

La chiesetta ha una struttura architettonica con nicchie interne alle pareti che è piuttosto singolare e non vede esempi simili in Friuli Venezia Giulia, se non una vaga citazione della Chiesa dei Pagani di Aquileia.

Santa Maria Assunta contiene affreschi attribuibili a Gian Girolamo Stefanelli nel timpano sopra l’arco centrale, raffigurazione dell’Eterno Padre tra angeli e due profeti. Presso l’arco trionfale, vicino ai capitelli, si trova un Grande Crocifisso ligneo della fine del sec. XVI e di ottima fattura.

Ancora, sono presenti: Una statua lignea della Madonna di Porcia, con forme senesi e risalente alla fine del XV secolo, proveniente dalla chiesa di San Michele Arcangelo a Talponedo. Sei dipinti del pittore Isacco Fischer: Quattro Evangelisti, S. Giovanni Battista, S. Girolamo, realizzate tra il 1673 e il 1674).

Su un altare laterale una pala raffigurante l’Assunta, opera del XVII secolo di Andrea Vicentino. Altri tre altari lignei intagliati, dipinti e dorati (il più interessante è il maggiore) della bottega del Ghirlanduzzi da Ceneda (secolo XVII).

Il campanile della chiesa di Santa Maria Assunta risale all’epoca del rifacimento rinascimentale (XVI sec.), posto sul lato sud dell’abside. È lesenato sugli angoli e termina a cuspide in cotto a squame di pesece.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project