Cerca nel sito

 

 

 

Home > LocalitÓ > Comuni > Gorizia > Storia > La Seconda Guerra Mondiale

 

Gorizia - Storia di Gorizia: la seconda guerra mondiale

Nel 1927 fu costituita la nuova provincia di Gorizia con 126 comuni staccati dalla provincia di Udine, alla quale erano stati aggregati provvisoriamente nel 1923, formando così assieme a Trieste, Pola e Fiume la regione Venezia Giulia. Questo fatto portò un’importante sviluppo alla città che pian piano si estendeva ulteriormente soprattutto in direzione della stazione sud, anche per le migliorate condizioni stradali della Pianura Friulana attraverso il ponte meridionale sull’Isonzo.

Intorno al 1940 Gorizia era città distinta da una zona centrale addensata ai piedi del colle del Castello e circondata da un’area d’insediamento più sparsa caratterizzata da costruzioni di due o tre piani inframmezzate da giardini e orti. Essa aveva ormai assunto l’aspetto di città-giardino che conserva tutt’oggi.

La Seconda Guerra Mondiale costituì per Gorizia un nuovo doloroso capitolo della sua storia, con bombardamenti soprattutto nel 1945 in grande stile, con numerose vittime e distruzioni. L’occupazione tedesca oltre ad altre requisizioni, requisì anche la “Villa” delle Orsoline, prima nel settembre 1943 il piano terra e poi nel marzo 1944 tutto lo stabile. per farne un ospedale della Croce Rossa. Le scuole furono sistemate in ambienti di fortuna. Finita la guerra, Gorizia viene occupata dalle truppe jugoslave quindi da quelle Alleate. Finalmente a metà aprile 1947 il Tricolore sventola sul Castello ritornano i poteri civili al Governo Italiano. Oltre alla provincia anche la parte orientale della città di Gorizia, con la Stazione Nord è stata inclusa nella Repubblica di Slovenia. formando il grosso centro di Nova Gorica.

Con il passaggio nel 1947, di quattro quinti del territorio provinciale alla Jugoslavia, Repubblica di Slovenia, l’economia di Gorizia subì un notevole squilibrio, con il rapido passaggio da una struttura agricolo-commerciale a una industriale-artigianale, nel settore tessile, siderurgico, metalmeccanico, alimentare, del legno e dei materiali da costruzione.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

Gorizia_-_Confine_Italo-Jugoslavo_nel_1950.jpg
Confine a Gorizia nel 1950

 

 

<<PRECEDENTE                                                                                                 SUCCESSIVA>>

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project