Cerca nel sito

 

 

 

Home > Località > Comuni > Codroipo (UD) > Storia > La Fortezza del Basso Tagliamento

 

Codroipo – La fortezza del basso Tagliamento

La zona delle terre risorgive fu interessata, antecedentemente alla I Guerra Mondiale, dalle opere difensive che composero la Fortezza del Basso Tagliamento. Suddivisa nella testa di ponte di Codroipo e nella testa di Ponte di Latisana, la linea difensiva si sviluppava seguendo il corso del Tagliamento da Sedegliano a Lignano. Le postazioni non furono mai utilizzate e a vennero smantellate a partire dal 1915, per utilizzare al fronte le batterie qui istallate.

In alcuni casi delle opere non rimane più taccia. In seguito all'approvazione del Piano Generale per la difesa del territorio nazionale del 1908, all'inizio del 1910, lungo il confine fra Italia e l’Austria-Ungheria, venne costruita, nel 1910 una catena di 44 opere militari difensive: forti, sbarramenti, postazioni di batterie e torri corazzate con i necessari ricoveri, magazzini e caserme.

Il duplice scopo di queste opere era: primo, quello di bloccare per 25 -30 giorni l'avanzata di un esercito invasore; secondo, di proteggere lo schieramento italiano sulle linee di difesa. Nella pianura friulana, ultimo settore di confine, la Fortezza Basso Tagliamento doveva difendere i ponti sul Fiume Tagliamento ed era organizzata sulle teste di ponte di Codroipo e di Latisana.

Codroipo

La testa di ponte di Codroipo comprendeva l'opera di Beano a protezione delle ferrovia e della strada per Udine, era posta a sud del centro abitato, in una zona ancora oggi militare e attualmente in corso di dimissione.. L'opera di Rivolto a protezione della strada per Palmanova era situata ad est del paese, anch’essa in una zona militare in corso di dimissione, sulla strada SS n. 252 detta "Stradalta".

Inoltre vi erano degli appostamenti di batteria a Sedegliano, San Martino e a Varmo. La struttura difensiva delle batterie, a differenza delle opere, era costruita semplicemente da un basamento in calcestruzzo nel quale erano state ricavate le quattro nicchie per i cannoni di calibro di 149 mm. I resti del forte di San Martino sono oggi ancora visibili lungo lo sterrato che da Muscletto conduce alla strada che collega San Martino a Lonca e Passariano, ad est del paese di San Martino e a nord di quello di Muscletto.

Ad est dell'abitato di Varmo, lungo la strada che conduce a Rivignano in un'area di proprietà privata sono ancora visibili i resti del basamento della batteria e del cunicolo che collegava i pozzi dove erano istallati i cannoni. La presenza della batteria di Varmo è evidente nella toponomastica del luogo che viene indicato come Casali ex forte. La batteria di Sedegliano è posta lungo la strada che collega l'abitato di San Lorenzo al paese di Sedegliano.

Latisana

La testa di ponte di Latisana comprendeva le opere di Rivarotta e Precenicco a protezione della ferrovia e della strada per Venezia e gli appostamenti per batteria Modeano, Titiano, e Pertegada.

L'opera di Rivarotta fu portata a termine nel 1913 e venne fatta saltare nel 1917 dagli italiani in ritirata dopo le rotta di Caporetto. Posta lungo la SP 56 dello Stella nel tratto compreso tra Rivarotta e Palazzolo dello Stella, attualmente non è più visibile.

La torre corazzata di Precenicco fu completata nel 1913 e fu potenziata durante la Seconda Guerra Mondiale per la sorveglianza del territorio in funzione antipartigiana e come caposaldo di una linea difensiva in vista di un ipotetico sbarco alleato sulle spiagge dell'Adriatico. Venne dismesso negli anni 1970. È posto a sud dell'abitato di Precenicco.

Le batterie di Modeano e di Titiano furono presidiate con discontinuità nel I conflitto mondiale e anche nel corso della Seconda Guerra Mondiale, dalla truppe della Repubblica Sociale Italiana. I resti dell'appostamento della batteria di Modeano. realizzati nel 1911 lungo la strada (parallela all'autostrada) che collega Rivarotta con Modeano e la SP 7 di Latisana, sono ancora visibili nei terreni costeggianti il canale Cragno.

La struttura della batteria di Titiano è localizzata a sud dell'abitato di Tatiano lungo la SP 56 dello Stella, località dell'ex forte ora proprietà privata.

La batteria di Pertegada è testimoniata tuttora dal toponimo del luogo detto Casette del forte. Della struttura localizzata lungo la strada che costeggia l'argine di F. Tagliamento a sud dell'abitato di Pertegada, non rimane però alcuna traccia.

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia 

 

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project