Cerca nel sito

 

Bertiolo (UD)

Bertiolo - Storia

L’origine del nome Bertiolo è oggetto di varie teorie. Secondo alcuni deriva da un nome di persona, una forma diminutiva del germanico Berto e il toponimo “olis”. Per don Biagio Morelli, tenendo conto del friulano Bertiûl, deriverebbe da Pratum Julii, prato di Giulio (Cesare).

In epoca romana esistevano sicuramente degli accampamenti e stanziamenti, tesi avvalorata dal ritrovamento di alcuni reperti. In seguito queste terre furono battute dalle ripetute scorrerie degli Ungari, venendo chiamate “vastata ungarorum”.

La formazione del primo nucleo di questo centro è avvenuto in epoca medioevale, tra il 1250 e il 1350, probabilmente attorno alla chiesetta della SS. Trinità nella vicinanze del centro abitato. Dopo il 1420 subentrò al Patriarcato il governo veneziano. Nell’ottobre del 1477 venne attaccato dalle milizie turche che avevano invaso il Friuli. La cortina più esterna cedette, ma non quella interna, scampando così al saccheggio.

Le truppe napoleoniche fecero crollare la Repubblica di Venezia e insiediarono un governo. Dopo una parentesi austriaca i francesi ritornarono e durante questo governo si procedette ad un riordino amministrativo.

Con il decreto n. 283 del 22 dic. 1807, venne istituito il comune di Bertiolo, appartenente al dipartimento di Passariano, distretto di Udine, cantone di Codroipo. Nel 1814 gli austriaci riordinarono la suddivisione amministrativa e Bertiolo entrò a far parte del distretto di Codroipo, il X della provincia del Friuli. All’epoca Bertiolo era comune di III classe, avendo meno di tre mila abitanti.

Dal 1815 furono unite le frazioni di Pozzecco, Sterpo, Virco Veneto e Virco Austriaco. Lo rappresentava un consiglio chiamato Convocato Generale, formato da tutti gli “estimati” del comune e controllato dal Cancelliere del Censo. Una giunta di tre membri aveva poteri esecutivi. Dal 1819 il Convocato viene sostituito da un Consiglio comunale, che però non aveva proprio ufficio.

Seguì le vicende degli altri comuni limitrofi sino al ricongiungimento al Regno d’Italia, nel 1866, quando venne annesso con tutto il Friuli Occidentale essendo all’interno delle province venete e Mantova..

Nel 1960 viene fondata la “Cantina Sociale del Friuli Centrale” che diventerà poi la Cantina di Bertiolo. Oggi Bertiolo è un tipico centro agricolo della pianura friulana, rinomato per i vini, specialmente per il suo ottimo Merlot e per il profumato Sauvignon, qui portato dai francesi agli inizi dell’Ottocento.

 

 

• Viaggio in Friuli Venezia Giulia

 

Viaggio in Friuli Venezia Giulia - Tutti i diritti riservati - © Avatar Project